Dopo l’approvazione della legge 56/89, nell’ambito della psicologia accademica italiana, si è affermata la tendenza a considerare la psicanalisi come facente parte, in qualche modo, dell’ambito delle psicoterapie, e quindi regolamentata dalla legge Ossicini. Questo è manifestamente tendenzioso, mirante cioè a rendere la legge operativa anche in ambiti che non le competono. Infatti all’atto di approvazione della Legge, il legislatore aveva deliberatamente omesso di nominare la psicanalisi tra le psicoterapie che erano oggetto di legislazione. Una volta realizzata da parte dell’Ordine degli psicologi questa surrettizia estensione, una maggioranza di psicanalisti ha preferito non pensare che, iscrivendosi all’Albo, sarebbe venuta meno la integrità stessa della pratica e quindi minata la sopravvivenza della psicanalisi. E così si è creata una situazione molto ambigua che ha portato la psicanalisi sulla soglia della sparizione. Su questo difficile problema la Scuola si è a lungo impegnata con iniziative di vario genere. Nel 1997 ha organizzato a Milano, al Palazzo delle Stelline, un convegno sul tema “Psicanalisi laica” a cui è seguita nel 2000 la pubblicazione di un volume edito da Thelema Edizioni, che ne raccoglie gli atti; questo volume contiene pure il parere pro-veritate del Prof. Francesco Galgano che si esprime sulla legittimità della psicanalisi laica, a partire da un esame dettagliato, sotto il profilo giuridico, della legge 56/89. Il parere pro-veritate è nato da un’idea della Scuola, che ha potuto svilupparsi ed essere portata a compimento grazie alla collaborazione con il movimento italiano per la psicanalisi laica, Spazio-Zero.

Sarà presto disponibile una versione in pdf del parere Galgano in questo stesso sito. Nel frattempo è possibile acquistare il volume Freud e la psicanalisi laica dove tale documento è riportato con altri importanti contributi sul tema.

In evidenza

DUE GIORNATE DI STUDIO A VENARIA

Mercoledì, 20 e 27 giugno 2018 alle ore 20, nella Città di Venaria Reale, si terranno due giornate di studio sulla psicanalisi. Due incontri introduttivi alla teoria freudiana delle psiconevrosi...

Leggi tutto...

Seminario a Vigevano in ottobre 2018

Ad ottobre 2018, presso la Biblioteca Civica "L. Mastronardi" di Vigevano, inizierà un corso dedicato all'approfondimento della psicanalisi di Freud. Dieci lezioni che mostreranno l’attualità dei principali concetti psicanalitici per delineare la posizione della riflessione psicanalitica nel panorama scientifico contemporaneo. Le iscrizioni si apriranno..

Leggi tutto...

Psicanalisi e infanzia

Corso di formazione per maestre di scuola materna e nido d’infanzia nella sala consiliare del palazzo municipale della città di Gardone Riviera, in Piazza Scarpetta 1, condotto da tre psicanalisti della SPF: Roberto Errichelli, Paola Bertipaglia e Giada Vincenzi.

Leggi tutto...

Risposta alla Memoria sulla "psicanalisi laica" 

A fine dicembre 2016 siamo venuti del tutto casualmente a conoscenza di uno scritto intitolato Memoria sulla “psicanalisi laica” a firma dei proff. Nino Dazzi e Vittorio Lingiardi, presente sul sito web dell’Ordine degli Psicologi, redatto su carta intestata del suo Consiglio Nazionale e datato 29 gennaio 2009.
Tale documento è rimasto riservato fino al 3 dicembre 2015, data in cui è stato reso pubblico.
In esso gli autori indirizzano una serie di maldestre critiche alle tesi su cui la Scuola di Psicanalisi Freudiana (SPF) fonda la propria esistenza, la propria collocazione e il proprio operato.
Qui la nostra risposta: Risposta alla Memoria sulla "psicanalisi laica" di Dazzi e Lingiardi.

Leggi tutto

Cerca nel sito

Calendario incontri

icona facebook icona instagram icona twitter icona youtube icona ilinkedin

Scuola di psicanalisi freudiana
© Scuola di Psicanalisi Freudiana

Tutti i diritti di Copyright sono riservati - P.IVA 11768050152  -  Privacy policy - Contatti
Le immagini della copertina sono tratte dal volume "Sigmund Freud, Wien IX. Berggasse 19" Thelema Edizioni.

Questo sito utilizza i cookies per migliorare le funzioni di navigazone. Cliccando su "ok" avrai fornito il tuo consenso e questo avviso non verrà più mostrato. Se non accetti l'uso dei cookies abbandona questo sito web.